No alla fiducia sull’ennesima legge elettorale incostituzionale!

L’imposizione della fiducia sull’ennesima legge elettorale viziata da gravi ombre di incostituzionalità, e imposta da un Parlamento già eletto con una legge elettorale incostituzionale, traccia un solco definitivo fra questa maggioranza e i cittadini italiani. I precedenti della legge Acerbo (1923), della “legge truffa” (1953) e – in questa stessa legislatura – dell’ “Italicum”, chiariscono il segno ed i fini di questa ennesima forzatura democratica: uno strumento di potere che mortifica il voto dei cittadini e mira a riportare in Parlamento una classe politica di nominati, slegati da ogni reale rapporto di rappresentanza e di responsabilità politica nei confronti degli elettori.

Non può passare! Ne va della tenuta democratica del Paese e della fiducia che i cittadini devono avere nelle istituzioni democratiche. Non possiamo permetterci il rischio di un nuovo Parlamento eletto con un’altra legge incostituzionale. Una legge imposta da una parte politica maggioritaria nelle istituzioni, ma ormai screditata fra i cittadini, che tenta di perpetrare il proprio potere cambiando le regole del gioco alla vigilia delle elezioni per favorire, nel prossimo Parlamento, alleanze già concordate e colpire le forze di reale opposizione.

Per questi motivi ci appelliamo alla Presidente della Camera perché fermi il voto di fiducia, al Presidente del Senato perché non lo conceda e al Presidente della Repubblica perché non firmi la legge.

Per questo saremo oggi, alle 16:00, in Piazza Montecitorio e alle 17:30 in piazza Pantheon per manifestare pacificamente, ma fermamente tutta la nostra indignazione e il nostro dissenso per questa ennesima violazione delle regole democratiche e costituzionali.

Un’alleanza popolare per la democrazia e l’uguaglianza

2017-10-17T13:41:52+00:00 ottobre 11th, 2017|Articoli, Comunicati, Comunicati stampa|