Il 21 ottobre a Roma, contro il razzismo

“Aderiamo e partecipiamo alla manifestazione del 21 ottobre a Roma contro il razzismo: contrastarlo è parlare anche del futuro di tutti”

Aderiamo e parteciperemo alla manifestazione del 21 ottobre a Roma organizzata da varie associazioni, movimenti e forze politiche che si oppongono alla deriva xenofoba, razzista e securitaria sempre più dilagante in questo paese.

L’appuntamento di Roma vuol contrastare il tentativo di imporre un senso comune che vede l’egoismo come paradigma dei rapporti sociali. Il titolo “Giustizia ed eguaglianza: contro il razzismo”  contiene un messaggio ulteriore: la solidarietà ovviamente è una precondizione, ma da sola non basta. Noi abbiamo invece la consapevolezza che vada perseguita la strada della giustizia e dell’eguaglianza, con l’obiettivo di contrastare chi, dall’alto, ha tutto l’interesse a innalzare muri – veri o virtuali – così che le disuguaglianze si acuiscano sempre più , ma la cui percezione sia allontanata, scaricando tutto su chi più la subisce e non ne ha colpe, cioè i migranti.

E’ in corso – da parte degli alfieri del moloch della stabilità, governabilità e dello status quo – un’accelerazione perché questo senso comune dominante sia rilanciato.  Ed ecco quindi i decreti Minniti-Orlando – che non a caso tentano di allontanare dalla “comunità del decoro” unitamente migranti e ogni diversità -, ecco la criminalizzazione delle ONG o gli accordi governativi in Africa che condannano a tragedie e lutti chi tenta di sfuggire a guerre e povertà. In questo quadro rientra anche il teatrino indecente sulla legge dello Ius Soli con un occhio fisso sui sondaggi elettorali di una campagna elettorale che si preannuncia sempre più barbara.

Battere un’altra strada significa impegnarsi per l’apertura di corridoi umanitari, per un’accoglienza diffusa che scacci il paradigma della carcerazione e dell’emergenzialità; viceversa serve un impegno per la cittadinanza e per una reale applicazione dell’articolo 10 della Costituzione.

Per questo va rifondato un nuovo senso di comunità e di modello sociale. Elaborazioni, riflessioni e proposte programmatiche concrete, che stiamo provando a tenere insieme nelle assemblee che il movimento del Brancaccio sta svolgendo in tutta Italia. Un pezzo di strada che – nelle rispettive autonomie – siamo certi ci porterà a incontrare anche i promotori dell’appuntamento del 21 ottobre. Ci siamo e ci saremo.

Alleanza popolare per la Democrazia e l’Uguaglianza

2017-10-17T14:02:43+00:00 ottobre 17th, 2017|Articoli, Comunicati|