Report assemblea Chiaravalle (AN)

Domenica 8 ottobre a Chiaravalle, ospitati, come altre associazioni che riconoscono l’antifascismo come valore costituente della Repubblica, dall’ANPI locale nella sua sede in via XXV Aprile, si è svolta l’assemblea come in oggetto, alla quale hanno partecipato anche aderenti da altri comuni (Fano e Cupramontana).

L’incontro, partecipato, ha discusso in merito ad argomenti centrali per la sinistra ed ha sollevato, come suo inciso politico, la questione della costruzione di un soggetto da definire in itinere, proprio perché il soggetto costituente non ha ancora una sua forma definita. In questa prima fase di costruzione, si evidenzia l’esigenza della formula “una testa un voto”.

Gli interventi sono stati numerosi ed hanno evidenziato la delusione di alcuni che hanno un’importante storia politica alle spalle e lo smarrimento dei più giovani, che di fronte ai problemi del Paese e della loro generazione, non trovano come riferimento un soggetto unitario a sinistra.

Il lavoro, con i problemi attuali e quelli futuri, legati all’evoluzione delle tecniche produttive, è emerso come tema fondante di qualsiasi azione a sinistra.

E’ sotto gli occhi di tutti la distruzione, da parte delle politiche neoliberiste, dell’economia, dei diritti dei lavoratori e dello stato sociale pubblico. Il timore che la sanità evolva verso una sua forma privata è una questione mordente per gli strati più deboli della società. Anche la scuola va’ verso una dequalificazione generalizzata, perché piegata sul mercato e sulle sue logiche lavorative; deve essere riportata al compito di istruire nell’accezione più ampia del termine, per formare cittadini.

Rilanciare quindi le politiche pubbliche; che il nuovo soggetto attui sia a livello nazionale che nei territori azioni concrete che possano restituire alla politica la sua dignità. E’ però necessario rivedere il sistema fiscale, renderlo più equo e certo, per contrastare la piaga dell’evasione che sottrae le risorse necessarie a qualsiasi progetto.

Come primo obiettivo concreto ci siamo presi l’impegno di aderire alla manifestazione del 21 ottobre sull’emigrazione, a Roma.

2017-10-24T08:46:39+00:00 ottobre 24th, 2017|Report|