14 novembre 2017 16:31

Io condivido le considerazioni che fa Montanari e Falcone, ma cercare di non rompere il filo che tiene legata una prospettiva, il fine di una lista unica della sinistra, pensiamoci bene. Mantenere la barra dritta, cercare di far comprendere le buone ragioni, evidenziare le cose che differenziano gli uni dagli altri, alla luce del sole, significa dare una sponda a chi ha dato tanto per l’obbiettivo della lista unica. Altrimenti ancora una volta lo scoramento prenderà il sopravvento e tantissimi cittadini resteranno al palo di partenza. In questo momento e in pochi mesi non è possibile, forse, trovare un accordo al 100% altrimenti non ci sarebbe stata la necessità di una lista unica. Saremmo stati già un solo movimento, partito o non so cos’altro. Tomaso e Anna, parliamo con tutte le altre componenti, troviamo un minimo comun denominatore, andiamo alla conferenza del 2 dicembre, per dire quello che alleanza ha da dire sui programmi scaturito dal percorso delle 100 città. Non deludete tanti cittadini e cittadine che hanno sposato la causa per la lista unica, per la democrazia e l’uguaglianza. Non saremo capiti, sembrerà un capriccio più che sostanza.Cordialmente uno dei tanti che sta soffrendo per questa inaspettata decisione.
m.p.

cleardot.gif

2017-11-17T08:35:00+00:00 novembre 17th, 2017|Commenti annullamento assemblea|