La rete delle Città in comune aderisce all’appello. Il 18 giugno saremo a Roma

Noi, amministratori e amministratrici di città e regioni riuniti nella rete “Le città in comune”, firmatari della lettera aperta “Insieme per attuare la Costituzione – Una lista unitaria e alternativa della sinistra“, riconosciamo nel progetto delineato dall’appello di Tomaso Montanari e Anna Falcone l’orientamento programmatico e i principi di partecipazione democratica necessari a ricostruire soggettività politica e dare rappresentanza a quel vasto e variegato popolo delle periferie economiche, sociali, culturali protagonista della straordinaria affermazione del No al referendum costituzionale.

Come avevamo scritto anche noi, “Un simile progetto, e una lista unitaria, non si costruiscono dall’alto, ma dal basso. Con un processo di partecipazione aperto, che parta dalle liste civiche già presenti su tutto il territorio nazionale, e che si apra ai cittadini, per decidere insieme, con metodo democratico, programmi e candidati.”

Pertanto, non solo parteciperemo con entusiasmo all”assemblea del 18 Giugno, ma in quella sede metteremo a disposizione di tutte e di tutti le prime tappe di una carovana per la costruzione partecipata di un programma del cambiamento, che prenderà avvio durante il G7M di Bologna (11 giugno, ore 11.00) per snodarsi attraverso le città nei giorni successivi all’appuntamento del 18.

Sono già in programma, dopo Bologna, svariate Piazze dell’Alternativa (Spoleto, Milano, Roma, Firenze, Ancona) facciamole vivere #tuttinsieme per costruire un progetto per il paese in sintonia con i bisogni e i desideri della maggioranza delle persone, quelle che hanno pagato e pagano il prezzo delle diseguaglianze.

Rete delle Città in Comune

2017-09-27T13:26:15+00:00 giugno 14th, 2017|Comunicati, news|